Febbre nel cucciolo: cause, sintomi e rimedi

Probabilmente conoscete già il metodo a cui si sono affidati molti padroni per capire se il loro cane ha la febbre: toccargli il naso.

Se è freddo e bagnato, il cane sta bene. Se è caldo e asciutto, probabilmente ha la febbre. Semplice, no?

Non c’è niente di sbagliato nell’usare questo vecchio metodo, ma a volte è più complicato di così, e il test del naso da solo spesso non è sufficiente ad affermare con precisione se il cane ha la febbre.

Qual è la temperatura normale di un cane?

Al contrario degli uomini, che hanno una temperatura tra i 36,5-37.5 gradi, la temperatura normale del vostro cane è più alta: varia tra i 37,5 e i 39,1 gradi.

Quindi ora che sappiamo qual è la temperatura normale, guardiamo tutti i segni che ci indicano se il vostro cane ha la febbre.

Quali sono i sintomi della febbre nei cani?

Il vostro cane non può dirvi che ha la febbre, quindi dovreste essere voi a familiarizzare con i sintomi che possono indicare la sua presenza.

Questi sono i sintomi più comuni:

  • Occhi rossi
  • Letargia, poche energie
  • Occhi caldi
  • Naso caldo e asciutto
  • Brividi
  • Perdita di appetito
  • Tosse
  • Vomito

Che cosa provoca la febbre nei cani?

Negli animali la febbre può essere prodotta da un’infezione o da un’infiammazione, dato che il loro corpo tenta di combatterla. Possono essere interne o esterne e comprendere:

  • Un morso infettato, un graffio o un taglio
  • Un’infezione dell’orecchio
  • Infezione del tratto urinario
  • Dente infettato o ascesso
  • Una malattia virale o presenza di batteri
  • Infezione degli organi, come i reni o i polmoni

Anche ingerire sostanze velenose può provocare la febbre:

  • Piante tossiche
  • Antigelo
  • Farmaci per umani
  • Alimenti umani che sono tossici per i cani, compreso lo xilitolo dolcificante artificiale
  • Non è raro che gli animali (come gli umani) presentino una febbre a basse temperature 24–48 ore dopo un vaccino. Generalmente non è pericolosa e passa dopo un giorno, ma è consigliabile tenere la situazione sotto controllo.

Come misurare la temperatura del vostro cane

Sebbene potrebbe non essere la cosa più piacevole che il vostro cane e voi farete insieme, la temperatura di un cane può essere misurata solo con un termometro nell’orecchio o nel retto.

Oggigiorno esistono termometri digitali fatti appositamente per i cuccioli.

Dovreste averne uno nel kit di pronto soccorso del vostro cane. Può registrare la temperatura del cane in circa sessanta secondi, riducendo il suo (e il vostro) sconforto.

Se usate un termometro rettale, prima lubrificatelo con la vaselina o l’olio per bambini. Inseritelo gentilmente di circa due centimetri nell’ano del vostro cane, e poi toglietelo non appena ricevete il responso.

I termometri per le orecchie sono meno invasi ma altrettanto affidabili per ottenere la temperatura del cane. Misurano le ondate di calore emesse dalla zona attorno al timpano dell’orecchio.

Il termometro viene messo nel canale orizzontale dell’orecchio perché si possa ottenere un responso accurato.

I termometri per le orecchie sono generalmente un po’ più costosi, ma il vostro cane apprezzerà se vorrete spendere qualche soldo in più.

Leggete tutte le istruzioni con attenzione. Non usate un termometro di vetro.

Quando portare il vostro cane dal veterinario

Si ritiene che un cane abbia la febbre quando la sua temperatura raggiunge o supera i 39 gradi. Se ciò avviene, dovete portarlo dal veterinario.

Una temperatura di 41 gradi o superiore può danneggiare gli organi interni dell’animale e risultare fatale, quindi non aspettate mai che raggiunga quel punto.

Raggiunto il veterinario, diagnosticare la causa può risultare difficile. Probabilmente il vostro veterinario ha un registro medico della storia del vostro cane, con informazioni su vaccini, chirurgie, allergie, farmaci e malattie passate.

Ma il veterinario potrebbe avere anche bisogno di conoscere alcune ferite fisiche recenti, sapere se il cane ha ingerito piante o altre tossine, se è stato morso da insetti, e via dicendo. Sarà d’aiuto informarlo anche di quando avete notato la febbre per la prima volta.

Dopo aver eseguito l’esame fisico, il vostro veterinario potrebbe darvi l’ordine di eseguire dei test di routine, come l’analisi delle urine, la conta del sangue o un profilo biochimico.

Sono test che offrono informazioni utili su un’infezione o una condizione sottostante. Nel caso dell’infezione, al vostro cane potrebbe essere descritto un farmaco.

Potrebbero essere richiesti anche dei test più specifici. A volte non si riesce a determinare la causa della febbre.

I veterinari usano persino un’acronimo, in questi casi: FUO (Fever of Unknown Origin, cioè Febbre di Origini Sconosciute).

Come ridurre la febbre di un cane

Per ridurre la febbre di un animale – di 39 gradi o superiore – bagnate prima con acqua fredda le zampe e le orecchie.

Potete usare un panno o un asciugamano bagnati. Continuate a monitorare la sua temperatura, e quando scende sotto i 39 potete smettere di bagnarlo.

Cercate di convincerlo a bere un po’ d’acqua. Dovrete continuare a monitorare il vostro cane a vicino, per assicurarvi che la febbre non ritorni e valutate di riportarlo dal veterinario se mostra altri sintomi.

Ricordate: meglio prevenire che curare

Non date mai al vostro cane (o gatto) farmaci umani, come l’aspirina o l’acetaminofene. Sono estremamente tossici per gli animali.

Ricordate: Questo articolo è stato scritto per aiutarvi ad informarvi sulla febbre dei cani e non intende sostituire la diagnosi o il parere di un veterinario.

Se ritenete che il vostro cane possa avere la febbre, contattate il vostro veterinario immediatamente per fissare un appuntamento per un esame e assicurarvi che il vostro cane riceva le cure più sicure ed efficaci.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × tre =