Cane in auto sotto al sole: come comportarsi

Per fortuna, la maggior parte degli amanti degli animali si rende conto che è pericoloso lasciare un animale domestico in un’automobile parcheggiata al sole durante la calura estiva.

Nonostante questo, accade ancora che cani o altri animali muoiano in queste circostanze, considerando che la temperatura all’interno di un veicolo lasciato al sole può raggiungere i 37° centigradi in meno di 10 minuti.

Lasciare uno o due finestrini aperti non risolve il problema e l’animale lasciato in un’auto in queste condizioni è purtroppo destinato a morire come cotto in forno!

Che cosa bisogna fare allora se si vede un animale lasciato in un veicolo parcheggiato, quando le temperature fuori sono così elevate?

Rompere il finestrino affrontandone le conseguenze o chiamare i numeri di emergenza ed aspettare che arrivino?

Potrebbe infatti volerci del tempo prima che questo succeda, tempo durante il quale vi sentite sicuramente impotenti mentre vedete l’animale soffrire di fronte ai vostri occhi.

Lasciare i finestrini aperti non rende il veicolo sicuro

Sono ancora molti i proprietari di animali domestici a credere che sia sicuro lasciare i loro animali in un veicolo con i finestrini aperti, anche quando fa molto caldo.

Una percentuale impressionante, pari al 48%; queste sono le persone che credono non sia un problema lasciare i cani in macchina, fintanto che sia parcheggiata all’ombra e con i finestrini un po’ abbassati.

In conseguenza di ciò, negli ultimi anni le chiamate di emergenza per recuperare cani lasciati in veicoli bollenti sono aumentate di uno spaventoso 50%.

Cosa fare di fronte ad un’emergenza

Ovviamente dovreste prima di tutto controllare se il padrone del cane e proprietario del veicolo si trova nei paraggi e capire se sia consapevole della rischiosità della situazione in cui ha lasciato il suo animale.

Se non vedete o non riuscite a trovare il padrone, la prima cosa da fare è chiamare le forze di polizia (non sul numero di emergenza) e poi il Servizio Veterinario della Asl.

Anche solo 20 minuti potrebbero essere fatali per il povero amico a quattro zampe, dunque è fondamentale stimare bene il tempo necessario ai servizi di soccorso per arrivare sul posto.

Un cane in questa situazione inizierà prima ad ansimare, poi a mugolare ed infine ad abbaiare – in un breve lasso di tempo inizierà a perdere il controllo muscolare ed i reni cominceranno a rallentare la loro attività con conseguente diminuzione dell’apporto sanguigno al cervello.

In queste circostanze il danno può essere irreversibile e, nel caso si protraggano per 20 minuti, può verificarsi un arresto cardiaco e, dunque, il peggio.

Rompere o non rompere il finestrino?

La domanda che molte persone coscienziose si pongono è se è lecito rompere il vetro di un’automobile per salvare un cane, un gatto o altro animale domestico lì abbandonato.

Molti credono che questa sia la scelta sbagliata, considerando l’atto un reato punibile dalla legge. In realtà, esiste una clausola conosciuta come la clausola del “Buon Samaritano“, che permette a chiunque veda un animale in difficoltà ed in pericolo di vita all’interno di un veicolo, di rompere il vetro per salvarlo, senza andare incontro ad alcun tipo di sanzione.

Per essere precisi, questa clausola garantisce l’immunità da una sanzione penale, secondo lo statuto vigente, ma non esclude un dibattimento in sede civile.

Ad ogni modo, questa circostanza accade raramente perché la maggior parte degli avvocati sono restii a citare in giudizio una persona che ha rotto un finestrino con il solo scopo di salvare la vita di un animale.

Consigli e suggerimenti per gli amanti degli animali e per i loro padroni:

  • Non pensate mai che sia sicuro lasciare un cane o un qualsiasi altro animale all’interno di un veicolo parcheggiato anche se solo per alcuni minuti — la carrozzeria di un’automobile si riscalda molto facilmente e molto velocemente, anche se voi non percepite le temperature esterne come molto alte ed avete parcheggiato il veicolo all’ombra e con i finestrini abbassati. Questa situazione è semplicemente da evitare perché molto rischiosa per l’animale!
  • Se vedete un cane od un altro animale lasciato solo in un’auto parcheggiata, chiamate immediatamente le forze di Polizia ed il soccorso animali. Se vi accorgete che il cane sta soffrendo molto, rompete il vetro e salvatelo — la clausola del “Buon Samaritano” vi garantisce l’immunità!
  • Un animale surriscaldato ha bisogno di essere raffreddato il più velocemente e prudentemente possibile. Deve essere portato all’ombra, avvolto con un asciugamano o panno fresco (non gelido) strofinandoglielo per tutto il corpo per riportare la temperatura corporea a livello normale.
  • Se avete l’aria condizionata in macchina, potete mettere il cane di fronte alla ventola dell’areazione per rinfrescarlo e potete anche spruzzargli dell’acqua fresca — a questo “primo soccorso” deve necessariamente seguire una visita dal veterinario.
  • Se dovete viaggiare con un animale domestico a bordo è raccomandabile partire di sera quando le temperature sono più basse. Lasciare il vetro un po’ abbassato garantirà la ventilazione necessaria affinché il cane rimanga fresco.
  • Assicuratevi di portare in viaggio molta acqua fresca e di fare diverse soste per permettere al vostro amico di “sgranchire le zampe”, di bere e rinfrescarsi — è infatti molto importante per gli animali bere molto quando viaggiano perché la disidratazione può avvenire in un breve lasso di tempo e danneggiare i reni, situazione da evitare ad ogni costo.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − 10 =